Abitare il tempo

martedì, settembre 21st, 2010 | Tappeti Moderni

Copyright Webtappeti.it 2010

E’ appena terminata la venticinquesima edizione di “Abitare il tempo” (Verona 16-20 settembre) che si è svolta come al solito all’insegna dell’eleganza e della creatività, tra tradizione e innovazione nei settori di arredamento classico e contemporaneo, alta decorazione, design e architettura.
Anche al mondo dei tappeti – naturalmente – è stato dedicato ampio spazio.

Abitare il tempo è il più importante appuntamento in Italia dedicato al tessile per la casa  che ci offre importanti informazioni su quali saranno le tendenze protagoniste per la prossima stagione.

I colori delicati e naturali dominano nella maggior parte degli allestimenti.

Il grigio con leggeri tocchi di viola, oppure il beige nelle sue più svariate sfumature dal marrone tenue al tortora. Ancora il grigio accostato al blu avio o il beige combinato con il verde per un raffinato effetto melange.

Un altro significativo messaggio, che la rassegna “Abitare il tempo” vuole trasmetterci, riguarda tutto ciò che è eco sostenibile e vicino alla natura: ancora i colori naturali delle fibre vegetali  e  il verde, naturalmente, fanno da padroni.

Da segnalare il “bark cloth, un tessuto ricavato dalla corteccia degli alberi e lavorato manualmente.

In anteprima e sempre all’insegna del naturale i nuovi modelli della collezione Brink & Campman 2011.

La natura ha, infatti, ispirato i nuovi disegni che vengono presentati, nel prossimo catalogo, in una location fotografica tutta naturale ( campi, prati fioriti, spiagge e pascoli ) tanto che i tappeti sembrano un’estensione della natura stessa.

Eco sostenibilità e responsabilità verso l’ambiente fanno parte dell’identità di Brink & Campman dove, tra l’altro, la tessitura dei prodotti avviene senza l’uso di componenti chimiche.

Spicca, tra le varie mostre presenti, l’installazione progettata da Claudio La Viola, dal titolo “Textile storm” (Tempesta tessile): quarantacinque ombrelli ricoperti di altrettanti diversi tessuti ruotano su se’stessi con la suggestiva colonna sonora di tuoni e rombi intervallata dalla voce immortale di Maria Callas.
Il percorso prosegue con un corridoio di stanze-vetrine con varie proposte di tessuti in cui design tessile e mondo della moda si incontrano.

Tags: , , , ,

No comments yet.

Leave a comment

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi