I tappeti taftati a mano

domenica, maggio 16th, 2010 | Caratteristiche Tappeti

Copyright Webtappeti.it 2010

Tutti sappiamo che  i tappeti più pregiati sono quelli annodati a mano, tuttavia esiste un altro tipo di tappeti tessuti a mano che non comporta alcun tipo di nodo: i tappeti taftati.
Molto diffusi negli anni ’20 e ’30 del secolo scorso  sono tornati alla ribalta negli ultimi anni proponendosi come un’ottima alternativa artigianale ai più costosi annodati.

La base usata per creare tappeti taftati è un tessuto di tela.
Il manto (o vello) del tappeto taftato può essere di vario tipo: lana, seta, acrilico e altri materiali sintetici con varie combinazioni adatte per ogni tipo di disegno e motivo sia tradizionale sia moderno, oltre che da bambini e da bagno.

I tappeti taftati hanno un aspetto abbastanza simile agli annodati.

Il vello dei tappeti taftati viene creato con un arnese (tipo pistola ad aria compressa) che inserisce a pressione ogni singolo ciuffo fino sul retro della tela. Il tipo di lavorazione è molto più semplice e richiede meno manodopera rispetto a un annodato.

Nel processo di produzione dei tappeti taftati si inizia col tagliare il tessuto di tela della misura e forma desiderati e inserirne i bordi tesi in una specie di cornice.
Il disegno scelto viene proiettato sulla tela sul cui retro se ne tracciano i contorni. Ad ogni area definita del disegno vengono assegnati dei numeri che corrispondono ai colori da usare.
I ciuffi del filato dei colori corrispondenti vengono inseriti sul retro della tela per mezzo di una pistola ad aria compressa e poi assicurati con della colla latex.

I “loops” (piccoli cappi di filato) sulla cima di ogni ciuffo vengono poi tagliati per creare un vello uniforme. Il  retro del tappeto viene poi rifinito accuratamente con della tela di iuta.

No comments yet.

Leave a comment

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi