Il colore nell’arredamento

giovedì, marzo 10th, 2011 | Arredare con i Tappeti

Copyright Webtappeti.it 2011

Il colore è uno strumento molto utile per reinventare lo spazio nelle nostre abitazioni, in particolare con la semplicità delle linee, tipica del design di oggi, diviene uno dei pochi elementi decorativi, naturalmente da usare con gusto e misura.

Possiamo utilizzare il colore per creare volumi: ampliare o restringere, abbassare o alzare, il tutto semplicemente  con l’aiuto della luce.

Se il soffitto è basso si può dare l’illusione di maggiore altezza con motivi decorativi verticali alle pareti e con un pavimento chiaro oppure con tappeti dalla base chiara.
Attenzione però, se la stanza è piccola bisognerà evitare di frammentare il pavimento con tanti tappeti meglio utilizzarne uno grande. Perfetto, ad esempio, il modello Clover della collezione Xian nella misura più grande.

Se il soffitto è invece troppo alto lo si può dipingere di scuro ( ma mai di nero) e si consiglia di scegliere un pavimento altrettanto scuro e dei colori vivaci per le pareti.

Il colore varia molto a seconda della materia.
Prendete ad esempio i tappeti in pura lana vergine della collezione Estella di Brink & Campman, i colori risultano naturali e addolciti a differenza di quelli della collezione Infinite in acrilico che sono più carichi e brillanti, com’è caratteristico delle fibre sintetiche, oppure cangianti e patinati come i colori della collezione Paradise in poliestere.

Quando si sceglie un determinato colore per arredare gli spazi della propria abitazione bisogna pensarlo come qualcosa di vivo che cambia con la luce e tutto ciò che lo circonda, ad esempio i colori sono percepiti come più intensi nei locali grandi, per cui in una stanza di ampie dimensioni sarebbe meglio usare tinte leggermente più attenuate.

I colori, in particolare quelli degli ambienti in cui passiamo molte ore della nostra giornata, influiscono sull’umore.
I colori caldi, come rosso, giallo, arancione, rosa ecc, sono attivi, positivi, vicini e sono anche detti “salienti” perché sembrano uscire dalla superficie.
Essi sono spesso associati all’azione, alla sonorità e al movimento.

I colori freddi (azzurro, blu, indaco e viola) sono calmi, lontani e spingono alla meditazione.
Sono detti “rientranti” perché danno l’impressione di sprofondare nella superficie.

Anche le dimensioni degli oggetti appaiono variate a seconda del colore: il rosso “ingrossa” mentre l’azzurro “rimpicciolisce”:

Tags: , , ,

1 commento to Il colore nell’arredamento

[…] perché un periodo psicologico è terminato e ne sta cominciando uno nuovo. La scelta di nuovi colori per arredare la casa è indice di un importante cambiamento […]

Leave a comment

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi