Particolarità del tappeto: il colore

martedì, dicembre 16th, 2008 | Caratteristiche Tappeti

Copyright Webtappeti.it 2008

Il colore è molto spesso determinante nella scelta per l’acquisto di un tappeto d’arredo. Quest’ultimo rappresenta infatti il punto focale dell’intera stanza e se il colore non va bene rischia di rovinare l’armonia dell’ambiente. In più molti considerano, giustamente, il tappeto non solo un pezzo di tessuto da mettere sul pavimento ma un vero e proprio pezzo d’arte.
Nessun artista crea il proprio lavoro senza tenere in considerazione i dettagli del colore, lo fanno gli artigiani che tessono i preziosi tappeti orientali e i designer dei tappeti moderni.
Questi ultimi considerano il colore più importante del disegno stesso del tappeto. Anche il disegno più gradevole può essere facilmente rovinato da un’errata combinazione di colori. Al tempo stesso un disegno povero può essere reso interessante dall’uso di una particolare banca colori. Se pensiamo ad esempio ai tappeti tinta unita, perfetti per certi ambienti, abbiamo un classico esempio di tappeto solo colore e senza disegno.
In generale i tappeti hanno un colore di fondo, detto anche colore dominante e uno o più colori di contorno.
Sebbene si possano trovare tappeti che abbiano qualsiasi colore immaginabile come colore dominante, i più popolari sono: rosso, blue, giallo e i toni del marrone o beige. Per quanto riguarda i tappeti tradizionali orientali, il colore dominante più usato è sicuramente il bordò.
E’ molto meno semplice identificare i colori di contorno. La struttura del disegno di un tappeto può essere talmente complessa da rendere difficoltoso riuscire a determinarne i colori usati. Si tende più a creare un’impressione con il colore che a esibire una serie di sfumature.
Spesso il colore di contorno serve come ispirazione per la scelta di altri colori della stanza. Dipingere le pareti dello stesso accento di un colore di contorno del vostro tappeto rende intrigante una stanza in cui tutto risulta coordinato.
Qual’ è l’origine dei colori nei tappeti? Alcuni tappeti sono fatti di fibre naturali e, in questo caso i colori provengono da esse. In genere questi tappeti non hanno colori particolarmente accesi e vibranti. Un tempo esistevano solo tinte naturali provenienti dal mondo vegetale, animale e minerale. Le varie componenti venivano miscelate per creare l’esatto colore voluto.
Verso la metà del XIX sec., quando i tappeti cominciarono a diventare sempre più popolari anche in Occidente, i produttori europei di tappeti ricercarono modi più economici e veloci per tingere i filati. Le prime tinture sintetiche provenivano dal catrame di carbone, sostanza tossica e dall’odore poco gradevole.
Fortunatamente un nuovo tipo di tintura sintetica fu sviluppato all’inizio del XX sec., quella cromatica.
Le tinture cromatiche non sono tossiche, mantengono i colori perfettamente inalterati e permettono di ottenere qualsiasi tipo di sfumatura desiderata.

Tags: ,

No comments yet.

Leave a comment

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi