acrilico

Caratteristiche dei tappeti: fibre sintetiche e artificiali

giovedì, giugno 27th, 2013 | Caratteristiche Tappeti | Nessun commento

Con le fibre sintetiche e artificiali, che sono state sviluppate in laboratorio grazie ai progressi nel campo della chimica e della tecnologia, si producono tappeti bellissimi e resistenti. In particolare se vengono utilizzati telai meccanici di ultima generazione e altamente specializzati il risultato finale sarà un prodotto esclusivo, minuziosamente rifinito e dai dettagli ricercatissimi.

Tappeto colorato disegno a fiori

La fibra sintetica più utilizzata nella tessitura dei tappeti è il polipropilene. Si tratta di un polimero termoplastico messo a punto in Italia, nei laboratori del Politecnico di Milano, da Giulio Natta e Karl Ziegler nel1954. Fibra leggera, completamente impermeabile all’acqua e riciclabile è anche definita “lana sintetica” perché possiede  le sembianze e la morbidezza della lana. E’ considerata da molti, e a ragione, la fibra perfetta per i tappeti: inalterabile, resistente allo sporco, facile da pulire e senza accumulo di elettricità statica. Se avete in casa animali domestici oppure bambini piccoli i tappeti in polipropilene sono praticamente perfetti!

tappeto patchwork colorato

Un altro vantaggio dei tappeti in polipropilene è il costo accessibile. Non sarà una fibra pregiata ma se un tappeto in polipropilene ha un design di tendenza l’effetto che si ottiene è veramente d’altissimo livello. Non ci credete? Date un’occhiata ai modelli della sezione Cheap & Chic! › Continue reading

Tags: , ,

Il colore nell’arredamento

giovedì, marzo 10th, 2011 | Arredare con i Tappeti | 1 commento

Copyright Webtappeti.it 2011

Il colore è uno strumento molto utile per reinventare lo spazio nelle nostre abitazioni, in particolare con la semplicità delle linee, tipica del design di oggi, diviene uno dei pochi elementi decorativi, naturalmente da usare con gusto e misura.

Possiamo utilizzare il colore per creare volumi: ampliare o restringere, abbassare o alzare, il tutto semplicemente  con l’aiuto della luce.

Se il soffitto è basso si può dare l’illusione di maggiore altezza con motivi decorativi verticali alle pareti e con un pavimento chiaro oppure con tappeti dalla base chiara.
Attenzione però, se la stanza è piccola bisognerà evitare di frammentare il pavimento con tanti tappeti meglio utilizzarne uno grande. Perfetto, ad esempio, il modello Clover della collezione Xian nella misura più grande.

Se il soffitto è invece troppo alto lo si può dipingere di scuro ( ma mai di nero) e si consiglia di scegliere un pavimento altrettanto scuro e dei colori vivaci per le pareti.

Il colore varia molto a seconda della materia.
Prendete ad esempio i tappeti in pura lana vergine della collezione Estella di Brink & Campman, i colori risultano naturali e addolciti a differenza di quelli della collezione Infinite in acrilico che sono più carichi e brillanti, com’è caratteristico delle fibre sintetiche, oppure cangianti e patinati come i colori della collezione Paradise in poliestere.

Quando si sceglie un determinato colore per arredare gli spazi della propria abitazione bisogna pensarlo come qualcosa di vivo che cambia con la luce e tutto ciò che lo circonda, ad esempio i colori sono percepiti come più intensi nei locali grandi, per cui in una stanza di ampie dimensioni sarebbe meglio usare tinte leggermente più attenuate.

I colori, in particolare quelli degli ambienti in cui passiamo molte ore della nostra giornata, influiscono sull’umore.
I colori caldi, come rosso, giallo, arancione, rosa ecc, sono attivi, positivi, vicini e sono anche detti “salienti” perché sembrano uscire dalla superficie.
Essi sono spesso associati all’azione, alla sonorità e al movimento.

I colori freddi (azzurro, blu, indaco e viola) sono calmi, lontani e spingono alla meditazione.
Sono detti “rientranti” perché danno l’impressione di sprofondare nella superficie.

Anche le dimensioni degli oggetti appaiono variate a seconda del colore: il rosso “ingrossa” mentre l’azzurro “rimpicciolisce”:

Tags: , , ,

Tappeto rosso…per voi

venerdì, dicembre 31st, 2010 | Arredare con i Tappeti | Nessun commento

Nelle case, durante le festività natalizie, il colore rosso è presente un pò ovunque.
Pensate alle rose di Natale,  alle bacche invernali che decorano le sale o a una semplice tovaglia di colore rosso: dettagli che vi aiutano a creare un’atmosfera calda e festiva.

Durante tutto l’anno il rosso è comunque perfetto per i complementi d’arredo, una lampada, un tappeto, cuscini: sono tutte  “macchie” di colore che ravvivano e aggiungono personalità all’ambiente.

Chi ama il rosso è pieno di voglia di vivere, ama la competizione e il successo. Inoltre, il rosso è simbolo di passione, amore, forza e coraggio.
A seconda delle sue gradazioni il rosso rappresenta l’energia, la forza, la conquista, l’entusiasmo, il calore.

E’ un colore “forte” e, se impiegato per l’arredamento su larghe superfici, è meglio limitarlo alle sue sfumature più chiare: rosa corallo, salmone, pesca…

Se amate i tappeti rossi, sul nostro sito potete trovare tantissimi modelli:  dagli eleganti tappeti taftati a mano in acrilico della collezione Tallin e Infinite ai pregiati articoli in pura  lana, che aggiungono ancora più calore alla vostra casa.

Se cercate la praticità non dimenticatevi di guardare i tappeti della collezione Carrera Red Passion in morbida fibra heatset e dai disegni vivaci e creativi.

Se, invece, desiderate essere sempre all’ultima moda i tappeti delle collezioni shaggy Brezza, Lux e Thema sono l’ ideale per un soggiorno dove si accolgono gli ospiti:  un bel tappeto rosso  stimola la socievolezza e l’estroversione.

Tags: , ,

Le fibre sintetiche

lunedì, marzo 16th, 2009 | Caratteristiche Tappeti | Nessun commento

Copyright Webtappeti.it 2008

In passato le fibre che venivano utilizzate nella tessitura dei tappeti erano tutte naturali: lana, seta, cotone o altre ricavate dalle piante. Al giorno d’oggi, con più di 100 anni alle spalle di progressi nel campo della chimica e della tecnologia, abbiamo a disposizione un vasto numero di fibre sintetiche che ci regalano tappeti bellissimi e resistenti.

Acrilico. Senza soffermarci troppo sui dettagli tecnici, le fibre di acrilico sono ricavate da un polimero (poliacrilonitrile) creato nel 1941, negli Stati Uniti dalla Dupont Corporation.
L’acrilico è una fibra soffice, leggera e calda come la lana. Pensate che nel settore dell’abbigliamento viene usata come alternativa economica del cashmere!
Le fibre di acrilico si tingono facilmente e mantengono intatti colore e forma anche se vengono strizzate o piegate. I tappeti in acrilico non si scolorano né si rovinano se esposti alla luce solare diretta per lunghi periodi. › Continue reading

Tags: , , ,

Fibre utilizzate nella manifattura dei tappeti

lunedì, settembre 29th, 2008 | Caratteristiche Tappeti | 2 Comments

Copyright Webtappeti.it 2008

Molte sono le fibre utilizzate per la produzione di tappeti: naturali come lana, cotone, iuta, lino e seta oppure artificiali ( acrilico, polipropilene, nylon, poliestere e viscosa).
Le fibre naturali migliorano in generale la qualità del clima interno, evitano l’accumulo di cariche elettrostatiche e assorbono l’eccesso di umidità per restituirla quando l’ambiente è secco. Tuttavia per le persone che soffrono di allergie sono più indicate le fibre artificiali perché non creano rischi dal punto di vista degli acari.
Vi proponiamo una lista delle fibre più utilizzate.

I colori della lana

I colori della lana


LANA: preferibilmente vengono utilizzate le lane Kork e la lana pettinata o semi-pettinata della Nuova Zelanda ( la migliore in commercio). Questa fibra, che presenta caratteristiche di naturalezza e resistenza, da secoli è considerata la più pregiata. Soffice e calda al tempo stesso rimane la fibra più usata nel mondo del tappeto.
› Continue reading

Tags: , ,

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi