tappeti orientali

Nuovo trend per la casa: tappeti orientali

lunedì, novembre 27th, 2017 | Tappeti nuovi trend | Nessun commento

I tappeti orientali rendono la nostra casa unica ed elegante. Quando si parla di eleganza e charme inevitabilmente, si fa riferimento alle antiche dimore. All’interno di questi palazzi,  i tappeti orientali rappresentavano ricchezza e prestigio ed erano complementi d’arredo fondamentali. Si trattava di tappeti persiani annodati a mano, pregiati e costosissimi.

Tappeti orientali per la casa

Oggi i telai ad altissima specializzazione riproducono minuziosamente gli elementi decorativi degli antichi tappeti orientali. I tappeti sono ora alla portata di tutti e permettono di avere una casa elegante e leggera, pronta a trasmettere accoglienza e serenità.

Stile antico o stile moderno?

Lo stile può essere “antico” con la riproduzione di disegni tipicamente persiani oppure “moderno” con degli effetti decorativi particolari e una reinterpretazione del motivo classico in chiave contemporanea. I disegni classici orientali sono tantissimi e molto diversi tra loro: Kazak, Tabriz, Arak, Ushak (floreali geometrici)

Tappeti Aubusson

Classico e moderno si incontrano con i tappeti orientali

I tappeti Aubusson in cui gusto contemporaneo ed eleganza classica si incontrano, hanno disegni floreali ispirati dai bellissimi tappeti dei maestri tessitori fiamminghi del XVI sec. I colori predominanti sono le tonalità pastello come il rosa o l’azzurro polvere, le nuance della terra e l’avorio. › Continue reading

Tags: , ,

Tappeti: ispirazioni dal mondo

mercoledì, febbraio 8th, 2017 | Curiosità | Nessun commento

Per completare l’arredamento di casa non può certamente mancare un bel tappeto. I tappeti sono complementi d’arredo in grado di rivitalizzare qualsiasi ambiente della casa, inoltre sono pratici, naturalmente eleganti  e si adattano facilmente ad ogni stanza. Lasciamoci ispirare da alcuni modelli tra i più popolare al mondo!

Tappeti orientali persiani

I tappeti persiani e orientali sono tra i più ricchi di storia. Si adattano bene sia in case moderne che in abitazioni con un arredamento più classico. In passato esistevano solamente gli annodati a mano, simbolo di prestigio e ricchezza.  Oggi grazie ai telai di alta specializzazione si possono riprodurre dettagliatamente tutti gli elementi decorativi degli antichi tappeti persiani tanto che a prima vista risulta difficile  distinguere gli uni dagli altri.

Tappeti kilim

Lo stile Southwestern, conosciuto anche come Navajo, unisce diversi generi influenzati sia dalla cultura ispanica sia dalle tradizioni delle tribù native americane. L’icona del “Wild West” riunisce elementi di diverse culture e periodi storici, ma è facilmente adattabile alle case moderne. › Continue reading

Tags: , ,

Tappeti orientali

venerdì, novembre 25th, 2016 | Arredare con i Tappeti | Nessun commento

Non è necessario essere degli esperti per apprezzare quanto i tappeti orientali valorizzino la casa. Stanno bene sia con un arredamento moderno sia con interni più tradizionali. I tappeti classici con disegni orientali sono un modo sicuro per donare stile, colore e anche storia a qualsiasi stanza della casa: danno un tocco in più all’ingresso, un aspetto più elegante alla cucina e, grazie alla ricchezza di colori e disegni possono trasformare una camera da letto senza carattere in uno spazio accogliente. Si integrano facilmente con qualsiasi tipologia d’arredamento e sono pratici, resistenti e facili da pulire.

tappeti orientali persiani

Se amate i tappeti orientali, sul sito Webtappeti troverete un’incredibile varietà di disegni e colori in stile classico. Tutti i tappeti sono disponibili on line con spedizione a casa gratuita.

tappeti orientali disegno floreale

I tappeti Classici Economici dall’ottimo rapporto qualità prezzo, sono disponibili in un’ampia selezione di disegni, colori e misure. Tutti i tappeti sono tessuti in fibra di  polipropilene, nota anche come lana sintetica, sinonimo di morbidezza e al tempo stesso di praticità e durevolezza.  Per questo motivo arredano qualsiasi spazio abitativo ma anche luoghi dove c’è un maggior passaggio di persone come sale riunioni, spazi accoglienza e reception.  I tappeti sono disponibili  nelle misure più grandi  per arredare  spazi ampi e come passatoie e corsie, personalizzabili su misura, per qualsiasi tipo di corridoio. › Continue reading

Tags: , ,

Tappeti orientali

mercoledì, maggio 4th, 2016 | Arredare con i Tappeti | Nessun commento

I tappeti orientali sono complementi d’arredo funzionali, che donano bellezza e calore a qualsiasi spazio abitativo. In passato il tappeto era simbolo di ricchezza e prestigio ed era fondamentale all’interno di una casa: si trattava di tappeti persiani annodati a mano e straordinariamente pregiati.

tappeti orientali

Oggi, grazie a telai meccanici di altissima specializzazione e definizione, si ha la possibilità di riprodurre in maniera dettagliata gli elementi decorativi degli antichi tappeti orientali. I tappeti vengono rifiniti minuziosamente in ogni singolo dettaglio, per cui diviene difficile distinguerli a prima vista dai veri annodati a mano. I modelli della collezione Nourison Timeless sono splendide riproduzioni di tappeti antichi che decoravano i palazzi nobiliari dei secoli scorsi, reinterpretati per adattarsi alle case moderne.

tappeti orientali

Se amate i tappeti orientali, sul sito Webtappeti potete trovare un’incredibile varietà di disegni e colori in stile classico. La sezione dedicata ai tappeti classici è stata suddivisa in tre categorie a seconda del prezzo: Economici, Pregiati, Deluxe.  Tra i tappeti Classici Economici i modelli della collezione Royal Shiraz, dall’ottimo rapporto qualità prezzo, sono disponibili in tantissime misure per venire incontro a tutte le esigenze di spazio. Se preferite, potete scegliere i tappeti in stile Aubusson, ispirati  agli splenditi modelli francesi del XVI sec. › Continue reading

Tags: , ,

Tappeti: come riconoscerli

giovedì, novembre 26th, 2015 | Caratteristiche Tappeti | Nessun commento

Chi ama i tappeti sa come riconoscerli.

Tappeti persiani

L’annodatura a mano è il metodo di tessitura più complesso tra quelli tuttora in uso. La qualità di un tappeto annodato a mano è determinata dal numero di nodi per metro quadro: un numero maggiore di nodi indica una migliore qualità. Un tessitore medio può eseguire  circa 3.000 nodi al giorno e un tappeto con un disegno complesso solitamente richiede un’annodatura molto fitta e quindi un lavoro molto intenso. I singoli nodi sono visibili sul retro di un tappeto annodato a mano ed è possibile vedere in maniera distinta il disegno e i colori che appaiono sul lato anteriore. I nodi appariranno leggermente irregolari e non perfettamente uniformi. Inoltre, la frangia (se presente) di un tappeto annodato è l’estensione del tappeto stesso.

tappeti persiani

Grazie a telai ad alta specializzazione e di ultima generazione anche i tappeti prodotti da telai meccanici sono rifiniti minuziosamente nei dettagli, tanto da rendere difficile, a prima vista, distinguerli dai veri annodati a mano. E’ facile trovare bellissime riproduzioni di tappeti annodati, come i modelli della collezione Nourison Timeless i cui disegni sono ispirati agli splendidi tappeti che decoravano gli antichi palazzi nobiliari che vengono riprodotti e reinterpretati per adattarli alle case moderne.

tappeti colorati

Il disegno dei tappeti tessuti a telaio meccanico viene letto da un computer, per cui il rischio di errore è veramente basso. Così come i tappeti annodati, il disegno e i colori del tappeto sono visibili sul retro nonostante sia ricoperto di  latex grezzo per assicurare le fibre. › Continue reading

Tags: , ,

Tappeti pregiati: gli annodati a mano

venerdì, marzo 29th, 2013 | Arredare con i Tappeti | Nessun commento

Il tappeto, in passato, aveva un’importanza fondamentale all’interno della casa perché era emblema di ricchezza e simboleggiava il livello sociale della famiglia. Naturalmente si trattava di pregiatissimi tappeti annodati a mano e più se ne possedevano maggiore era il prestigio sociale.

Tappeto Ziegler annodato a manoChi ama i tappeti annodati a mano solitamente sa anche come riconoscerli infatti ci sono importanti caratteristiche che li distinguono da quelli classici con disegni orientali ma tessuti a telaio.

Bisogna ammettere che esistono, grazie a telai meccanici ad alta specializzazione che danno la possibilità di avere dei prodotti minuziosamente rifiniti e dai  dettagli ricercatissimi,  delle riproduzioni bellissime dei tappeti annodati per cui a prima vista e per chi poco se ne intende diventa molto difficile distinguerli.

Per riconoscere un tappeto annodato a mano gli esperti consigliano di piegare un angolo: i tappeti annodati a mano sono più molli e malleabili rispetto a quelli tessuti a telaio che risultano più rigidi.

Un’altra differenza sostanziale è rappresentata dalla frangia che del tappeto annodato a mano è parte integrante perché costituita dai fili dell’ordito. Inoltre il disegno dei tappeti annodati a mano è sempre visibile distintamente sul retro. › Continue reading

Tags: , ,

Il tappeto più grande del mondo

lunedì, febbraio 28th, 2011 | Curiosità | Nessun commento

Copyright Webtappeti.it 2011

Nel 2007 è stato presentato in Iran, ed esattamente a Teheran, il più grande tappeto del mondo.
E’ un’autentica opera d’arte e di devozione religiosa, testamento della ricchezza e delle abilità degli artigiani tessitori.
Il tappeto è grande quanto un campo di calcio, circa 5.600 mq., ed è stato tessuto da 1.200 tessitori nel corso di un anno e mezzo in tre villaggi della provincia di Khorasan (nord-ovest dell’Iran), regione rinomata per la maestria dei tessitori.
Il valore stimato è intorno ai 8,2 milioni di dollari e le autorità della zona sperano che oltre al profitto, l’immenso tappeto porti anche nuova pubblicità all’industria tessile iraniana.
Commissionato appositamente per la sala centrale della Gran Moschea Sheikh Zayed, ad Abu Dhabi.
Imponente, non ancora del tutto finita, aperta anche ai turisti durante le ore in cui non c’è la preghiera, la moschea di Abu Dhabi è affascinante e la sua struttura è caratterizzata dalla bellezza dei marmi e dei porticati.
La sala principale è maestosa e il gigantesco tappeto la copre interamente.
Sopra di esso una grande cupola dalla quale pende il più grande lampadario mai realizzato per una moschea, da vetrai tedeschi.
Ambedue i record (tappeto e lampadario ) erano, precedentemente, della moschea Sultan Qaboos a Muscat, in Oman.
I tessitori iraniani hanno utilizzato 38 tonnellate di lana e cotone provenienti dall’Iran e dalla Nuova Zelanda e annodato 2,2 miliardi di nodi per tessere il tappeto.
Il tappeto è stato tessuto separato in vari pezzi con nove diversi telai e gli stessi artigiani tessitori sono volati fino ad Abu Dhabi per cucire insieme i vari pezzi del tappeto per la stesura finale nella sala centrale della moschea.
Il disegno del tappeto, creato dall’artista iraniano Ali Khaliqi, si chiama “Toranj Afshan” e rappresenta una composizione di fiori, foglie, rami e piante che si sviluppano in diverse direzioni.

Tags: , ,

Il tappeto più antico

martedì, maggio 4th, 2010 | Tappeti Moderni | Nessun commento

Copyright Webtappeti.it 2010

Il tappeto chiamato Pazyryk è il più antico scoperto fino a oggi.
Si tratta di un manufatto degli Sciti, tribù nomade che popolava le vallate dei monti Altaj, vicino alla Mongolia, che fu scoperto dall’archeologo russo Sergej Rudenko nel 1949 in una tomba della steppa siberiana.
Le tombe degli Sciti venivano scavate in profondità e coperte con pali di legno e pietra; per questo motivo il tappeto e i corpi mummificati dei nobili che accompagnava  emersero  straordinariamente ben conservati.

E’ interessante sapere che il tappeto si è preservato così bene per il fatto che la tomba  è stata ad un certo punto saccheggiata. I sigilli della tomba erano rimasti aperti e l’umidità entrando nella tomba  ha impregnato il tappeto congelandolo completamente.

La scoperta del tappeto Pazyryk ha cambiato e sovvertito tutti gli studi  e le ipotesi fino allora formulate circa l’origine dei tappeti, la diffusione e le tecniche di produzione.

Si è sempre, infatti, pensato che i primi tappeti fossero alquanto primitivi sia nel tipo di tessitura che nel design. Così  è stato sorprendente scoprire un tappeto di 2500 anni fa così sofisticato (circa 3600 nodi al dm2) e abilmente rifinito. Il tappeto Pazyryk si trova ora al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Il tappeto è  in lana, ha forma regolare con l’altezza di 2m e la larghezza di 1,83m.

Il disegno si sviluppa in quadrati concentrici separati da bordi. Si ritiene che i disegni della parte centrale rappresentino il sole, questi simboli sono incorniciati da un bordo con dei grifoni a sua volta circondato da un bordo raffigurate alci.
Seguono  motivi floreali astratti  e cavalli stilizzati trainati o cavalcati da cavalieri. I cavalli hanno una direzione di marcia opposta alle alci.
Il bordo finale con i grifoni completa il tappeto.
I colori, anche se ossidati da secoli di permanenza nel ghiaccio, sono costituiti da un rosso scuro e da un giallo su fondo grigio verde.

Come in molti tappeti tradizionali il Pazyryk è carico di simbolismo. I grifoni ad esempio possono rappresentare i guardiani della vita (anche della vita dopo la morte) mentre i cervi solitamente rappresentano la saggezza.

Due modelli della nostra collezione di tappeti Kashqai sono la rivisitazione moderna dello stesso disegno del Pazyryk. Con le varianti nel colore di base rosso mattone e nel colore indigo.

Tags:

Tappeto antico o nuovo?

lunedì, febbraio 23rd, 2009 | Tappeti Moderni | Nessun commento

Copyright Webtappeti.it 2008

Quando decidete di acquistare un tappeto, il primo interrogativo che vi si presenta è se scegliere un tappeto d’antica manifattura (orientale) o moderno.
La risposta non è semplice ma vi posso aiutare presentandovi vari elementi da prendere in considerazione quando scegliete.
Molto dipende, ovviamente, dalle vostre preferenze. Se vi piace il design moderno o contemporaneo avrete qualche difficoltà a trovare un tappeto antico che vi possa piacere. La maggior parte dei tappeti di antica manifattura, annodati a mano, sono disponibili solo negli stili tradizionali, orientali o persiani. I colori dominanti di questi tappeti sono di solito il rosso e il blu.
Supponiamo invece che avete gusti più tradizionali. Non appena inizierete la ricerca vi renderete subito conto di avere a disposizione per l’acquisto una gamma di disegni e colori più limitata di quanto pensavate. Come per tutti gli oggetti antichi ciò che cercate può non essere disponibile se chi lo possiede non ha intenzione di venderlo. E’ probabile che vi dobbiate accontentare di quello che c’è in giro piuttosto che di ciò vorreste. › Continue reading

Tags: ,

Seguici su Facebook:

Iscrizione Newsletter

Ricevi curiosità e notizie sempre aggiornate

Search

Archivi